GUIDA CON PATENTE SOSPESA, REVOCATA O NEGATA PER CARENZA REQUISITI MORALI

SENTENZA CORTE CASSAZIONE

7 giugno 2016, n. 23560

 

Ritenuto in fatto

 1. Con il decreto del 10 giugno 2015, il Tribunale di Napoli ha rigettato la richiesta di restituzione della cauzione versata in ottemperanza al decreto n. 238/2008, con il quale era stata applicata al predetto Z.Z la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. A sostegno della decisione, il Tribunale ha evidenziato che, in linea con quanto disposto dall'art. 3-bis, commi 5 e 6, legge 31 maggio 1965, n. 575, la cauzione non può essere restituita al termine di esecuzione della misura allorché sia intervenuta una violazione degli obblighi o dei divieti, come appunto nella specie, in considerazione di quanto comunicato dal Questore, e ciò a prescindere dalla instaurazione di un procedimento penale in relazione alle contestate violazioni.

POSIZIONE DEI VEICOLI: OBBLIGO DI TENERE LA DESTRA - VEICOLO INGOMBRANTE

SENTENZA CORTE CASSAZIONE

14 giugno 2016, n. 24709

 

Ritenuto in fatto

 

 1. La Corte di Appello di Cagliari -Sez. Distaccata di Sassari, con la sentenza in epigrafe ha confermato la condanna pronunciata dal Tribunale di Nuoro nei confronti di Z.Z., imputato di avere cagionato la morte di Y.Y per colpa consistita in violazione delle norme sulla circolazione stradale, circolando contromano alla guida di un pullman in corrispondenza di una curva a visibilità limitata (art. 143, commi 1 e 12, d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285) ed omettendo di regolare la velocità in relazione alle caratteristiche del veicolo condotto ed alle caratteristiche della strada (art. 141, commi 1, 3 e 7, cod. strada).

VIOLAZIONI CDS: CONTESTAZIONE NON IMMEDIATA

SENTENZA CORTE CASSAZIONE

 

14 giugno 2016, n. 12231

 

Considerato in fatto

 Z.Z., quale legale rappresentante dell'Impresa BBB, proponeva innanzi al Giudice di Pace di Torino opposizione avverso l'ordinanza-ingiunzione n. 15825 del 14.5.2008 della Prefettura di Torino. lnstauratosi il contraddittorio, l'adito Giudice di prime cure, con sentenza n. 2982/2009 rigettava il ricorso, confermando l'opposta ordinanza-ingiunzione.

VEICOLI: SEQUESTRO PROBATORIO - PRESUPPOSTI PROVVEDIMENTO

SENTENZA CORTE CASSAZIONE

11 maggio 2016, n. 19481

 

Motivi della decisione

 Con ordinanza in data 22 ottobre 2015 il Tribunale di Modena respingeva la richiesta di riesame presentata da Z.Z , indagato del reato di cui all'articolo 648 codice penale, e dall'Impresa YYY avverso il decreto di sequestro probatorio di un trattore agricolo di proprietà dell'Impresa YYY

INCIDENTI STRADALI: PRESUNZIONE DI PARI RESPONSABILITÀ - SCONTRO CON VEICOLO NON IDENTIFICATO

SENTENZA CORTE CASSAZIONE

19 maggio 2016, n. 10374

Svolgimento del processo

 

 1. - Con la decisione ora impugnata, pubblicata il 15 luglio 2013, la Corte d'Appello di Messina ha rigettato l'appello proposto da Z.Z. nei confronti dell'Impresa BB, quale impresa designata per il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, avverso la sentenza del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, sezione distaccata di Lipari, del 14 dicembre 2009.

VELOCITÀ: ACCERTAMENTO CON APPARECCHIATURE - INDIVIDUAZIONE DEL VEICOLO "PUNTATO"

SENTENZA CORTE CASSAZIONE

23 giugno 2016, n. 13075

 

 

Fatti di causa

 1. Il ricorrente, Z.Z  impugna la sentenza n. 562/14 del Tribunale di Bolzano, che ha respinto il suo appello avverso la sentenza del giudice di pace di Bolzano, che, a sua volta, aveva respinto il suo ricorso avverso sanzione amministrativa per violazione al Codice della Strada (art. 142/9).

Alcoltest inattendibile con freddo e umidità: sentenza di assoluzione

I fattori climatici possono falsare i valori dell’accertamento con l’etilometro incrementando i risultati: lo ammette anche il libretto di istruzioni.

Copyright © 2013 La Multa 2.0 – Powered by Nuove Code

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. info